WASP vuò fa l’americana

WASP vuò fa l’americana

Il gruppo di ricerca della facoltà di Ingegneria Meccanica e Aerospaziale della University of Central Florida si dice entusiasta della DeltaWASP 20 40.
Ci scrive Ali P. Gordon, professore associato dell’università statunitense. Ha analizzato circa 350 stampanti 3D attualmente in commercio e apprezza particolarmente le caratteristiche della nostra stampante. Ecco un breve stralcio delle sue considerazioni.

We’ve found that the DeltaWASP 20 40 features a 20cm diameter x 40cm height print size, several supported filaments, and 50 micron resolution. We like the clean design, closed chamber, heated bed, and controlled environment that brings a high print resolution.

Il gruppo di ricerca dell’università della Florida ha pubblicato alcuni articoli in importanti riviste specializzate e ha partecipato a diverse conferenze, concentrandosi in particolare sui nuovi materiali stampati in 3D, sulle caratteristiche e sulle prospettive di sviluppo. Un lavoro che i ricercatori statunitensi intendono proseguire e per fare questo hanno chiesto la collaborazione di WASP.

Si tratta di una proposta che ci rende orgogliosi e pieni di entusiasmo.

Stiamo ponendo le basi per una collaborazione con questa importante università americana e siamo certi che grazie alle sperimentazioni e allo scambio di informazioni che ne scaturirà potremo ottenere insieme importanti risultati per lo sviluppo della stampa 3D, in particolare per quanto riguarda i materiali. Risultati che come sempre non mancheremo di condividere in un’ottica open source.

Stay tuned!

WASP vuò fa l’americana ultima modifica: 2015-05-07T09:38:10+00:00 da Marco Turci