La stampa 3D per la salute


Centinaia di migliaia di uomini, donne e bambini nel mondo sono vittime di gravi ferite e mutilazioni in seguito a guerre o atti cruenti. La stampa 3D può fare qualcosa per alleviare queste sofferenze. WASP ne è convinta e partendo da questo presupposto è nato WASPmed, un gruppo di lavoro che unisce ricercatori e professionisti.

La Stampa 3d e il settore Medicale


Quello medicale è un settore in cui spesso chi ha necessità di cure, o di supporti, è costretto ad affrontare costi molto alti, a volte proibitivi per la gran parte delle persone. Il risultato è che l’assistenza sanitaria, a cui tutti dovrebbero avere accesso, è in certi casi un privilegio riservato a pochi. Basti pensare, ad esempio, ai prezzi medi delle protesi, prezzi che con la stampa 3D possono essere abbattuti, garantendo al contempo una qualità pari e a volte migliore rispetto a quella ottenuta con i metodi tradizionali. Ma i campi del medicale in cui la stampa 3D può trovare applicazione sono i più vari e se in alcuni lo sviluppo ha già raggiunto risultati concreti, in altri si è ancora nella fase della ricerca e della sperimentazione.

Veronica Yoko Plebani e Fabrizio Passetti sono due atleti azzurri che hanno già un palmares ricco di successi e trofei, e che hanno in comune una caratteristica: utilizzano protesi stampate in 3D da Marco Avaro, ingegnere biomedico che aderisce al gruppo WASPmedical. All’interno del PorzioLAB lavora con lavora con una DeltaWASP 40 70  e con tre DeltaWASP 20 40.

La stampa 3D è uno strumento che potrebbe consentire di fare grandi e importanti passi in avanti, perfezionare il metodo di acquisizione e produzione corrente, offrire una cura più rapida ed efficace. Ne è convinto Lelio Leoncini, medico chirurgo specializzato in Medicina Fisica e Riabilitazione, che da quattro anni ha iniziato a percorrere questa via e che da dicembre 2014 lavora con una DeltaWASP 40 70 nella sperimentazione di corsetti ortopedici.

WASPmed: il Gruppo


Il gruppo WASPmedical ha come obiettivo lo sviluppo di apparati, processi di produzione e post lavorazione, materiali biocompatibili, processi di certificazione, tecniche di elaborazione dati, rilevamento e scansione forme, accoppiamento corpo protesi e così via.

Lavorando a fianco di medici e specialisti che conoscono i materiali e i processi di produzione, WASP, come produttore di tecnologia, si mette al servizio del gruppo, sponsorizza incontri periodici ed evolve le sue stampanti per rispondere alle esigenze che vengono di volta in volta manifestate. Le riunioni vengono organizzate ogni due mesi circa. Tutti gli incontri sono gratuiti e aperti.

La rivista 3D Printing Creative ha dedicato al gruppo Waspmedical ampio spazio con un articolo sul risvolto umanitario del 3D. Lo trovate nel numero di Maggio 2016 (Anno III), pag. 16-17.  Leggi l'articolo >>

“E' così che nascono le innovazioni – spiega Massimo Moretti di WASP – L'azienda si mette al servizio del bene comune e la conoscenza collettiva dà nuova linfa vitale”.

Video gallery


#WASPmed

Il Team di WASPmed


Dr. Villiam Dallolio

Dr. Villiam Dallolio

Svolge da oltre 40 anni la professione di neurochirurgo a Lecco. Esperto nella chirurgia stereotassica, nella neuroendoscopia cerebrale e nell’uso del Neuronavigatore. Dal 1998 inizia una ricerca sulle applicazioni della prototipazione rapida nella neurochirurgia.

Dr. Andrea Lombardo

Dr. Andrea Lombardo

Andrea Lombardo, laureato in Tecniche Ortopediche e Amministratore Unico di Cad Ortopedia srl u.s. La sua mission è realizzare protesi modulari unendo il sapere manuale all’alta tecnologia attraverso l’utilizzo di materiali di avanguardia.

Lelio Leoncini

Lelio Leoncini

Lelio Leoncini è laureato in Medicina e Chirurgia, specializzato in Medicina Fisica e Riabilitazione. Svolge libera professione ad Acquaviva delle Fonti (Bari) ed è direttore sanitario del Centro Medico Sanatrix di Rionero in Vulture (Potenza). Esegue da vent’anni: Barapodometria elettronica…

Marco Avaro

Marco Avaro

Marco Avaro, ingegnere meccanico biomedico, progetta e realizza protesi tecnologiche, resistenti, dinamiche e performanti, che consentono ai portatori di essere autosufficienti e di muoversi con sicurezza tale da poter praticare anche gli sport estremi. Le competenze di Marco Avaro si…