Ma come stampi?!

Ma come stampi?!

Possedete una PoweWASP? Bene, avete una buona macchina (il superlativo sarebbe troppo di parte).

Sappiate che la qualità delle vostre stampe non è direttamente proporzionale alla qualità dello strumento che avete a disposizione.

Si possono fare bruttissime stampe anche con una PowerWASP, ma niente panico, se ne possono fare anche di bellissime!

L’immagine qui sopra a testimonianza di questo argomento.

Chiediamo a Nicola, il biondo del Team.

Nicola, come sei riuscito a stampare uno scempio simile con la tua PowerWASP (razzo a destra)?

Il razzo a destra è stato stampato al contrario con materiale di supporto, la soluzione più immediata, ma per niente risolutiva. Strutturalmente il pezzo funziona ma la superficie non ha una buona finitura.

Parlaci invece della stampa centrale, cos’hai sbagliato?

il secondo razzo è stato stampato in due pezzi, il corpo orizzontalmente,  attaccando poi le gambe successivamente! La punta del razzo è molto bella, ma il pezzo presenta ancora qualche imperfezione. 

Il primo razzo invece sembra ottimo, quali sono stati i tuoi accorgimenti?

Il razzo a sinistra è stato realizzato stampando tutti i pezzi separatamente:

Corpo con foro per vite, senza supporto.

Reattore con foro predisposto per vite, senza supporto.

I tre piedini separatamente senza supporto.

Terminate le stampe ho avvitato il reattore al corpo del razzo, successivamente attaccato con semplice attack i piedini.

Quindi è importante la logica di stampa oltre che al vostro disegno 3d. Ancora meglio sarebbe modellare in funzione alla tecnologia FFF. Parlateci della vostra esperienza!