battesimo della wasp a marzaglia

ieri battesimo della wasp a marzaglia arrivo sul posto ore 3,15  io e l’amico Federico  esausti; notte in bianco dormicchiamo, atmosfera surreale una fila di macchine in attesa di fronte ad un cancello chiuso, macchine e furgoni cariche di diavolerie elettroniche, radio d’epoca oscilloscopi apparecchi difficilmente qulificabili ,  le regole di ingaggio sono chiare chi arriva prima si mette dove vuole, noi del wasp project siamo  nella zona associazioni abbiamo la presa di corrente e siamo sotto una tenda,  mi chedo , ma perche montare alle 5 di mattina chi verrà cosi’ presto in questo luogo ?  ma mentre montiamo si ferma uno, poi un altro e capisco qui siamo tutti visitatori ed espositori un covo di smanettoni cresciuti a pane e stagno, da subito mi  accorgo che chi si ferma vuole info per autostruirsi una stampante solida, mi trovo fra simili li capisco il bello e riuscire a fare una cosa non averla, la processione procede fino a sera fra vecchi tecnici che provabilmente si sono autocostruiti le prime valvole termoioniche, mi piace spiegare il funzionamento dell stampante ad un vecchio tecnico stupito dalla wasp che non crede ai suoi occhi, ma dov’è l’utensile ?  come mette  la plastica cosa significa?  curioso come un bambino vuole capire e traduce le informazioni che gli do conparole sue, quando gli racconto del progetto di costruire case a costo 0  è entusiata, mi ringrazia di cuore delle cose che glio ho fatto vedere, poi un frate Francescano, che ci fà li? gli presento la stampante per risolvere il problema delle case nel mondo, mi fa i sui complimenti ,  i nostri vicini di stand sono un’associazione che si occupa di radioattività  , si chiamano con il loro nik name un certo tesla parla con mè di ionizzazione quando arriva un ragazzino, minuto ,  sui 15 anni che dice mi serve un consiglio, un oscilloscopio doppi traccia  tektronik 20 megahertz a 40 euro è un buon affare?  risposta , guarda che dietro a quell’albero c’è uno che ha un 35 mhtz per 45 euro vai prima che sia propo tardi….. quasi mi commuovo,

non poteva esserci luogo migliore per presentare la wasp, questa è la base, la crema di chi ama fare, capire, vedere, sperimentare in prima persona.

avevo i tavoli belli con i teli bianchi , ma eravamo troppo belli cosi’ non ho montato i teli ed ho lasciato tutti i fili in vista disordinati come vuole la coreografia del laboratorio smanettone.

per tutta la giornata io e Federico a presentare il progetto una fila continua di persone, federico crea un percorso utensile per la fresatura, passate da un decimo di millimetro per lasciare andare la macchina, la wasp si comporta perfettamente anche sulla fresartura nel percorso utensile casualmente si crea una zona microscopica dove l’utensile non passa , un muro di plastica di circa un decimo di spessore cresce, tutti cominciano a notare la precisione della fresatura.

incontro gli amici del gruppo che si occupa di fotografia laser, distribuisco molti deplian ed invito tutti a comunicare con noi sul sito.

ottima giornata nella comunità di chi fa  si comincia a parlare della wasp.

 

 

 

battesimo della wasp a marzaglia ultima modifica: 2012-09-09T12:05:31+00:00 da fiego